Bio

Bio

Bokko è Trash 

Mi chiamo Bokko e mi piace scrivere.
Nel nome uso le “k”, perché sono anni ’90 e perché voglio allontanare tutti quelli che prendono la scrittura troppo seriamente.
L’immagine dello scrittore chiuso nella sua torre d’avorio, che se ne frega del pubblico e si preoccupa solamente di ricercare letteratura aulica; scusatemi il termine, ma nel 2020 è una cagata gigantesca. 
Tutti gli altri, quei pochi di voi rimasti, saranno il mio pubblico.

Mi piacciono le parole, quelle belle e quelle brutte, i giochi da tavolo, i coccodrilli gommosi e tutto ciò che è TRASH.

Ti avverto subito che qui non troverai storie d’amore. Forse da qualche parte ho accennato qualcosa: un occhione da cerbiatta, un battito cardiaco reggaeton, o un latino muscolo sudato, ma non mi sentirete mai parlare veramente d’amore, o scrivere frasi banali per coppie confuse su fogli trasparenti con pennarelli indelebili fotografati in controluce al tramonto e sono sicuro che qualcuno lo avrà fatto sicuramente.
Posso togliervi il fiato in altre maniere però.

In realtà, un libro che tratta del sostantivo più abusato della storia l’ho scritto. Io lo definisco: “Un romanzo da e per chi si è rotto i cosiddetti delle storie d’amore” e se tutto va bene tra poco verrà pubblicato. Se tutto va male invece, lo potrete trovare gratuitamente su questo sito, insieme a numerosi altri racconti.

Al momento non ho un editor personale (e chi sono? Mica Umberto – erto – erto) perciò tutti i racconti che leggerete qui non sono stati editati da un professionista, al contrario invece dei libri pubblicati con le case editrici. Ma ci troviamo nel 2020, il mondo è veloce e interconnesso, se avete qualcosa da dire, se avete notato errori, scrivetemelo.

Per ora la presentazione è finita. Puoi andare nella sezione Bio o seguirmi sulla pagina instagram Bokko.Trash.Autore, per scoprire qualcosa in più su di me e/o offendermi in direct.

 

 

Instagram

Ti scrivo dal warp. Al di là dei mondi dove tempo e spazio non hanno ragion d’essere.

Tutto il materiale è coperto da copyright
Privacy policy

Facebook

Mia nonna ha fatto i biscotti. Non vorrai essere così scortese da non accettarli. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi